La Chiesa, il laicato e le responsabilità di ogni fedele

Le parole del prefetto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita Kevin Farrell al periodico irlandese Intercom, riportate dall’Osservatore Romano

«La Chiesa non vuole “clericalizzare” il laicato», al contrario Papa Francesco punta decisamente ad assegnare ai laici, e in particolare alle donne laiche, ruoli di sempre maggior responsabilità.

Lo sottolinea il cardinale Kevin Farrell, prefetto del Dicastero per i laici, la famiglia e la vita, in un’intervista rilasciata al periodico «Intercom», edito dalla Conferenza episcopale dell’Irlanda. Risponendo alle domande del direttore Chris Hyden, nel numero di luglio-agosto, in vista dell’incontro mondiale delle famiglie che si celebra a Dublino, il porporato — nato egli stesso nella capitale irlandese — evidenzia come «storicamente i laici» abbiano sempre «svolto un ruolo di secondo piano in seno alla Chiesa». E siccome, osserva, «purtroppo in alcuni paesi ancora lo fanno», il suo dicastero cerca di «dare importanza ai laici» visto che «si tratta della maggior parte delle persone che sono nella Chiesa».

Papa Francesco, confida il cardinale, «mi ha detto apertamente di volere in Vaticano un Dicastero che sia equivalente a tutte le altre Congregazioni (per i vescovi, per il clero, per i religiosi eccetera)» in cui i laici siano protagonisti. «E con laici non intende persone che appartengono a movimenti ecclesiali» — chiarisce il cardinale — quanto «piuttosto persone che vanno in Chiesa»

 

Qui l’intervista